L’anno scorso, in occasione del trentesimo anniversario, nonché dell’ipotetico arrivo di Marty McFly nel suo futuro, in America è uscito il fumetto di Ritorno al Futuro: una serie di spillati sui film cult degli anni ‘80/’90, pubblicato dalla IDW Publishing.

La data imposta da Marty nel secondo capitolo della saga cinematografica.

Quanti, come me, sono cresciuti sognando la mitica Delorean DMC?

In realtà, nel 2015 sono stati prodotti oggetti commemorativi di ogni tipo. Io – diffidente come sempre – ho pensato che anche il fumetto sarebbe stata l’ennesima trovata pubblicitaria per vendere la solita solfa agli appassionati di tutto il mondo.

Dopo un anno (ahimè è il tempo standard) il fumetto è arrivato anche da noi, così ho avuto modo di ricredermi.

In Italia è stato pubblicato dalla Italycomics in un unico volume brossurato con bandelle, e non nei cinque spillati originari.
Ritorno al Futuro vol. 1: Store Mai Narrate e Linee Temporali Alternative ha 3 copertine differenti: per le fumetterie, le librerie e per il sito dell’editore.
Curiosità: la prima delle tre è andata esaurita prima ancora della distribuzione. La casa editrice ha comunicato che non ci saranno ristampe, quindi è stata una versione a tiratura limitata non dichiarata.

Tornando al fumetto, c’è da dire che è qualcosa di davvero ben fatto, tanto che inizialmente dovevano essere solo cinque numeri (quelli racchiusi nel volume uscito in Italia). Dopo è diventata una serie regolare, a dimostrazione che quando le cose si fanno bene, il successo viene da sé.

Perché Storie Mai Narrate e Linee Temporali Alternative non è la trasposizione a fumetti dei film, né delle storielle ad essi ispirate.

La copertina per fumetterie della Italycomics

La copertina per fumetterie della Italycomics

È un’opera che si incastra perfettamente nella saga cinematografica e ne amplia la storia.

Per supervisionare e coordinare John Barber ed Erik Burnham alla scrittura, è stato ingaggiato direttamente Bob Gale. Co-creatore e co-sceneggiatore dei film, ha fatto una scelta saggia e inaspettata: non continuare o riscrivere la storia originale, ma colmare i vuoti narrativi presenti in essa. Praticamente pezzi di un puzzle che si incastrano perfettamente, ma di cui non immaginavamo l’esistenza.

Come si sono conosciuti Doc Brown e Marty?
Cos’è realmente successo alla casa di Doc?
Come è stato il viaggio nel tempo di Biff Tannen?
Dal vecchio West agli anni ’80, dal ventunesimo secolo al Giurassico, queste e altre domande troveranno la loro giusta risposta in questo albo, che già emana una potente aura di epicità.

Difficilmente ricapiterà un fumetto così fedele e autentico, ma al contempo così nuovo, su una saga ormai cult.

Non è tutto oro ciò che luccica però e qualche punto dolente in questa opera a mio avviso c’è.

Negli States ogni storia porta la firma di un disegnatore differente e stile totalmente diversi.

In Italia, dal momento che esiste un solo volume, la narrazione risulta un po’ frastagliata e incoerente nell’insieme. Inoltre i testi a volte risultano di difficile lettura, quasi siano stati tradotti frettolosamente, con una pessima sonorità. Infine il prezzo: 13,90€ non è eccessivamente alto per 120 pagine, ma oggettivamente non è alla portata di tutti.
Sinceramente, sarebbe stato meglio mantenere il formato editoriale statunitense.

A  parte il pelo nell’uovo, che sono solito trovare, è un fumetto che ogni nerd deve possedere.

Se anche solo vi sono piaciuti i film, dovete assolutamente leggerlo e vi verrà voglia di rivederli, per andare a incastrare le storie appena lette.

Tutto questo in attesa del prossimo volume, Paradosso Continuum, che conterrà un’unica storia con protagonisti Marty e Doc.

Chissà quali altri misteri ci verranno svelati su questa saga ormai davvero senza tempo!