La giornata del Primo Maggio è riconosciuta in molti Paesi come la festa del lavoro o dei lavoratori. In un caso o nell’altro si tratta di un giorno su cui val la pena soffermarsi non tanto per lo strascico malinconico che si porta dietro, quanto per il peso delle riflessioni a cui entrambi i termini conducono.

Non è un caso che il collettivo si sia scisso spontaneamente in quattro filoni per soffermarsi su aspetti differenti legati a questa giornata: partendo da quello più generico sulla natura del Primo Maggio, passando per la figura del lavoratore e il significato del lavoro, arrivando alle promesse e alle prospettive sul futuro.

Il microcosmo della Massoneria Creativa coinvolge creativi di ogni estrazione e i trecento e più iscritti si confrontano spesso su temi quali il lavoro, lo stato occupazionale, e tutto quello che gira attorno alla professione che ognuno di loro svolge o vorrebbe svolgere.

Le quattro gallerie che seguono sono il risultato di 28 sguardi sul Primo Maggio, ciò che precede e segue questa festa.

 

Primo Maggio

 

Lavoratori

 

Lavoro

 

Futuro

 

Rafael Alves