Il Golem è il terzo dei personaggi mitologici per cui, assieme a Cthulhu e Krampus, il collettivo Massoneria Creativa ha realizzato delle illustrazioni.

La leggenda vuole che sia il rabbino Judah Loew a creare il primo gigante d’argilla nella soffitta della sinagoga di Praga, servendosi della magia cabalistica per incidergli la parola Emet, in ebraico verità, e dargli vita.

Inizialmente impiegato per obbedire agli ordini del suo padrone e proteggere la comunità ebraica, il Golem è incapace di provare sentimenti e si ribella al creatore, scagliandosi contro il ghetto.
Loew ricorre dunque alla magia una seconda volta: rimuove una lettera dalla parola impressa sul corpo della creatura che, mutata in Met, assume il significato di morte.
Ricondotto a un corpo inerme, il Golem viene nascosto in un luogo impenetrabile sotto il tetto della sinagoga praghese e che tutt’ora nessuno ha individuato.

Tra le tante è questa la versione a cui la Massoneria Creativa si è ispirata per il mini-contest indie, illustrando o rappresentando graficamente, con diverse chiavi di lettura, uno dei miti più affascinanti della tradizione straniera.