Prima di cominciare col raccontarvi chi è Danijel Zezelj, permettetemi una breve introduzione.

Quando mi è venuta l’idea di una rubrica sugli artisti (artigiani dell’illustrazione principalmente, ma
senza snobbare nessun ramo che prevede la creatività, come il fumetto o la scultura) ho pensato sarebbe stato interessante, oltre che a presentare di volta in volta un artista e la sua arte, anche porgli una domanda semplice (si fa per dire).

Che cosa è la creatività?

Cosa comporta?

Come la si cura, o come si ottiene?

In realtà ho lasciato molta libertà sulle risposte: alcuni hanno risposto punto per punto, altri hanno accorpato le tre domande in un’unica risposta.

Ecco, questa rubrica parla di questo.

Danijel Zezelj

Danijel Zezelj

Danijel Zezelj, fumettista, illustratore e pittore croato, ci ha risposto:

Babylone, Danijel Zezelj

Babylone, Danijel Zezelj

“La creatività è un lavoro duro, come scavare una fossa. Si ha una pala e si scava, più si scava migliore è ciò che otteniamo, ma non potremo mai arrivare a trovarne il fondo.

Sole o pioggia, dovremmo continuare a scavare”

E Danjiel scava…

Ha uno stile marcato giocato tutto sul contrasto tra luce ed ombra, esasperandolo fino ad eliminare le parti intermedie (su strade percorse anche da artisti come Miller e Mignola), ma lo fa mantenendo uno stile illustrativo unico e chiaro.

“Scolpisce” buio e luce con occhio attento e mano più che felice.

I corpi restano plastici e ben definiti, l’atmosfera è quasi da noir cinematografico intensa e sfuggente al tempo stesso.

Profilo facebook