Quella che sto per raccontarvi è la storia del perché ogni volta che vi organizzate per vedere un film, che sia a casa o al cinema, vi sfiori l’idea di prendere o preparare dei popcorn e cominciate a sbavare come il cane di Pavlov.

Cinema e Popcorn, ma perché?

La loro è una storia d’amore lunga un secolo, una storia dagli inizi difficili e tormentati, come nei migliori romanzi.

Due mondi molto lontani. Il cinema aveva origini “nobili” e il popcorn era un semplice cibo da strada. La loro relazione non era vista di buon occhio, era sulla (e nella bocca) di tutti  e soprattutto “faceva rumore” nel buio delle lussuose sale cinematografiche del cinema muto!

Ma si sa, l’amore vero aspetta. E col passare degli anni cambia anche la società, le abitudini e i consumi. popcorn-playmobilLa Grande depressione livellò lo stile di vita di ogni singolo americano e il cinema diventò un prodotto culturale di massa, accessibile a tutti. Contemporaneamente, facendo di necessità virtù, esplode anche la moda per lo snack più economico di tutti, il popcorn. Così, tutti i venditori di mais, sfruttando il fascino di quel suo tipico profumo ammaliatore, si avvicinarono sempre di più all’ingresso dei cinema per poter vendere agli spettatori prima dello spettacolo.

A quel punto i proprietari delle sale cinematografiche, anch’essi sotto il giogo della crisi, smisero di opporre resistenza e si arresero al “matrimonio di interesse” facendo varcare la soglia al candido fiocco scoppiettante nelle loro sale per guadagnare qualcosa in più.

Non si può certo parlare di lieto fine perché questa storia, non solo non è finita ma anzi, va a gonfie vele.

Il popcorn è fatto di chicchi di mais che, scaldati, esplodono per l’espansione dell’umidità interna.

Ne esistono di due tipi: Farfalla e fungo. butterfly_vs_mushroom

La differenza principale tra i due è la forma del “fiocco”, e da questa ne derivano due diversi utilizzi.

Il popcorn “farfalla” è quello classico da consumare al cinema o a casa, con un pizzico di sale o tantissimo burro!

Quello a “fungo” invece, dalla struttura tondeggiante e più robusta viene usato per essere ricoperto e caramellato, come solo quegli zozzoni di americani sanno fare!

Prepararli è semplicissimo:

piastra2

Alla piastra, con molta pazienza!

In padella

In padella

 

Al microonde

Al microonde

Comunque sia appena sentirete q-u-e-l-l-o scoppiettio vorrà dire che sono pronti!

E sarà musica per le vostre orecchie!

E che musica! C’è qualcuno qui in mezzo che non ha mai sentito questo pezzo?


È un brano di elettronica, composto nel 1969 dal compositore statunitense di origini tedesche Gershon Kingsley: Herr Popcorn su Twitter! Diventò noto a livello internazionale nel 1972 grazie alla versione musicata dagli Hot Butter; da allora ne sono state realizzate centinaia di cover.

Venne usato come sottofondo musicale in una delle prime versioni del videogioco Pengo, pubblicato da SEGA.

E ancora di musica e popcorn parliamo andando a ripescare la storica trasmissione in onda sull’allora Fininvest dal 1980 al 1984. Nel corso delle edizioni di Popcorn si sono succeduti vari presentatori tra cui un giovanissimo Cecchetto, ma soprattutto guardate che sigla epica!

Quindi cinema, musica, e arte. Come quella di Camila Valdez, artista trentenne argentina, conosciuta come “Dessert Girl” realizzatrice di pezzi unici in resina e vetronite. Sculture iperrealiste di prodotti di largo consumo quotidiano, come ciambelle, muffin, cupcakes e popcorn per l’appunto. La particolarità è che ciascuna di queste sculture antropomorfe, pur non avendo “un volto” ha un proprio appeal conferito da colori esagerati e pose dannatamente sexy. D’altra parte come lei stessa dichiara

“ Chi ha bisogno di una faccia con delle gambe così?”

Chiuderei questo interessante capitolo sui popcorn con lui:

L’Orso-gatto, il binturong, una bestiola di novanta centimetri con una coda altrettanto lunga e venti chili di stazza. Che c’entra direte voi? Il binturong, questo gattone malese socievole e di buon carattere è principalmente un animale notturno, che quando è spaventato, innamorato, o vuol essere espansivo, emette un olio particolare da una ghiandola localizzata nelle parti intime. Un olio dall’odore caratteristico e pungente, simile a quello di fragrante popcorn.

Sembra che che questo odore peculiare sia prodotto da un composto chimico presente nella loro urina chiamato 2-AP ma detto tra noi, non ho voluto indagare più di tanto su questo aspetto (qui trovate il link della ricerca pubblicata su The Science of Nature).

Se, nonostante tutto, avete ancora voglia di popcorn vi suggerisco di fare un salto QUI!

popcorn-tomatigif

Salva